domenica 19 luglio 2009

Arcangeli, eroi e ville stregate


evualà..

pausa causa caldo, non è che la pausa ha causato il caldo ma il contrario. e nel frattempo ho riflettuto, parlandone anche con amici, che siamo ( tutti, ma noi italiani siamo maestri) tutti puttanelle. in che senso? vado con qualche esempio?



es. 1 non so, Obama? qualunque cosa fa o dice sembra cagata dall'Arcangelo Gabriele. non ho nulla contro il nuovo Messìa, anzi gli Amerikani mi hanno sorpreso, ma tutta la stampa (italianostra in prima fila) è li che esalta ogni minima stronzata..avete visto quanto è bravo a basket?
mi è venuta in mente una battuta di sconsolata a proposito di case bianche e baracche di obama, ma non la ricordo.



es. 2 Tutti contro la mafia, tutti con Falcone e Borsellino gli eroi! ma a quanto pare durante le commemorazioni per l'anniversario non era presente nessuna autorità (sarebbe stato un segnale troppo forte?)..però:



Napolitano, eroico protagonista battaglia per legalità. Molti i messaggi destinati alla vedova Agnese Borsellino, a cominciare da quello del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. "A 17 anni dal tragico attentato, rendo commosso omaggio alla memoria del giudice Paolo Borsellino e degli agenti addetti alla sua sicurezza, Emanuela Loi, Agostino Catalano, Walter Cosina, Vincenzo Li Muli e Claudio Traina". Paolo Borsellino, scrive il capo dello Stato, è stato un eroico protagonista della battaglia per la legalità e la difesa dello stato democratico. La sua dedizione e passione civica rappresenta "eredità preziosa per la mobilitazione della società civile - e in specie delle nuove generazioni - nell'opporsi e reagire alle intimidazioni e agli attacchi della criminalità". Fini, un simbolo di eroismo. "La figura di Paolo Borsellino scuote le coscienze e rappresenta un perenne simbolo di eroismo, sensibilità istituzionale, etica della legalità e della libertà" scrive il presidente della Camera Gianfranco Fini nel telegramma inviato alla moglie del magistrato, Agnese, e alla sua famiglia, per esprimere " il senso della più profonda vicinanza mia e di tutta la Camera dei deputati". Quello di Borsellino, aggiunge Fini "è l'esempio nobile della determinazione, del coraggio e della coerenza nella lotta contro la mafia. La sua lezione dimostra che la battaglia per la cultura dello Stato e della democrazia deve essere combattuta insieme dalle Istituzioni e dalla società civile: l'impegno dello Stato per la legalità si deve avvalere della partecipazione attiva e consapevole dei cittadini".
da laRepubblica.it


es. 3 e Benny, il Papa? ma chi se ne fotte del polso? posso capire il trafiletto, ma per giorni ci hanno rotto le palle.è davvero importante? mi chiedo se anche al cattolico osservante interessi qualcosa del polso del pontefice (prima volta in vita mia che scrivo "pontefice", che strana sensazione).



ultim'ora..Papi (non quello del polso, l'altro) ha detto che vuole chiudere "villa certosa" , era quello il problema, era la villa stregata, vive di vita propria, è sata costruita su un cimitero indiano forse. In più dice che vuole andare da Padre Pio (non si fa mancare nulla) è pentito?..e di cosa se non ha fatto niente?



debbo aggiungere altro? no. per ora do imput. fa caldo.

sono stato al mare.

Nessun commento:

Posta un commento