sabato 20 agosto 2011

DI RITORNI

Febbre, alta...ecchecazzo.

giovedì 11 agosto 2011

DI COMMENTI E VIAGGI

(riprendo in parte, e poi vò a braccio, un mio commento sul blog di mercoledì)

eh.. l'estate dopo il liceo non è più le stessa, adesso sono mini momenti di vacanza come durante il resto dell'anno..solo col bel tempo e il mare..solo che adesso non porto avanti i miei progetti perché me ne vado al mare.
I desideri che esprimevo all'età di 13/14 anni si sono quasi avverati tutti (!),  a quell'età volevo passare una bell'estate, innamorarmi, fare casino e viaggi con gli amici e non lo volevo subito, chiedevo (nel mio desiderio) appena fosse stato possibile, senza un'eccessiva fretta.
e come dice Mercoledì:  "abbiamo già tutto quello di cui necessitiamo: non siamo né troppo poveri, né troppo soli" in molti casi basta solo aspettare (o impegnarsi).

Ieri non ho nemmeno alzato gli occhi al cielo.

Domani sera parto, con un amico, in macchina. Direzione? Vienna e Bratislava, senza fare facili battute andiamo li perché c'è un amico di mio fratello e perché sarà una vacanza economica. Ora possiamo fare facili battute.
i miei amici, i loro commenti:
- andate a mignotte?
- attenzione alla malavita locale!
- che cazzo andate a fare?
- in macchina?

quindi, ci aggiorniamo al mio ritorno. Divertitevi.

215 elementi.


lunedì 1 agosto 2011

QUANTO COSTANO I NOSTRI DESIDERI?

Vorrei raccontarvi di una bellissima serata, di una fine probabilmente annunciata, desiderata e di un epilogo che rovina tutto. Un epilogo che solo per essere accaduto ribalta tutto. Non un poteva essere, ma un non doveva essere, forse.
Piedi in aria e testa a terra.
Di una ragazza di un'altra era, di cose ancora in comune e cose che ci pongono agli antipodi.
Di scuse, cicatrici, rancori, becks, risate, esperienze,segreti, altre becks, confidenze.
Di attrazione, di chimica, di "chissa se ha lo stesso sapore", di una notte così lunga che diventa alba.
Della vita che non è lineare da A a B, ma ci gira intorno.
Siamo legati da fili sottilissimi. Siamo quello che siamo.
Non vi racconterò nulla, perché si è deciso di non parlarne.
Siamo il presente, domani ci ridiamo su.
com'è che fa quella canzone?


deuxcentquinze brins de toile d'araignée